Io e il Laboratorio per il clima

di Maurizio

Sabato pomeriggio.
Sono giunto alla casa dell’Ecologia Umana con la solita curiosità. All’ingresso, il togliersi le scarpe, fa percepire un senso di libertà, come se si entrasse in un giardino verde e rigoglioso.

Dopo un sincero saluto e una piacevole meditazione, riprendiamo il nostro cammino, sul doloroso tema dei cambiamenti climatici.
Il proiettore ci regala una bellissima immagine della nostra Terra, che con i suoi colori e la sua forma sgargiante, ci seduce. Restiamo in silenzio, ad osservarla, e ci accorgiamo, che forse è lei che sta osservando noi.

Dal suo sguardo materno, traspare un dolce rimprovero, e un desiderio, quello di essere amata, da persone che camminano insieme, senza mai calpestarla.
Sarebbe una grande conquista per gli esseri umani, ma come tutte le grandi conquiste, vanno prima sognate, e noi siamo qui per questo.
Il dibattito si accende, vi sono spade fiere e pronte alla battaglia, altre stanche di essere sguainate.

Tutto questo ci accomuna, e al termine della giornata, diventa poesia.

Amo i fiori,
i suoi profumi,
che ricordano sempre qualcuno o qualcosa.
Amo i sorrisi, gli abbracci,
i silenzi, che valgono mille parole,
e gli occhi,
che non sanno di essere guardati.

 

Casa dell’Ecologia Umana
Fano, via Roncosambaccio n. 149/a (PU)

Per iscrizioni e informazioni:
334 7009556 Marina
email: corsi@ecologia-umana.it

 

Aggiungi il Tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Vuoi conoscerci?

Compila il modulo sottostante per essere ricontattato da noi